Confessioni: Maledizione a me.

Ho dei dubbi. Per chiarirli ho bisogno di scrivere.

Non sono brava a comprendere certi segnali (mi sento molto Sheldon Cooper in questi), molte volte ho frainteso comportamenti che potevano essere visti come interessati alla mia persona ma erano semplici manifestazioni di amicizia e viceversa. Per cui in questo momento mi trovo in seria difficoltà, per diverse ragioni.

Andiamo con ordine. Premetto che, per riassumere quanto successo dai miei ultimi post a oggi, dato che non scrivo da un po’, la mia curiosità di riprendere i contatti col Milanese si è fermata al ciao come stai (d’altronde non mi aspettavo gran che, ero solo curiosa di risentirlo per capire come fosse diventato, dopo che me ne aveva parlato la mia collega). Ultimamente sento Surfer su whatsapp, ma niente di che, buongiorno, buonanotte, piccoli messaggi di quotidianità. Niente di anormale.

Detto ciò mi è successo questo. Come ho già scritto in precedenza faccio krav maga. L’anno scorso eravamo solo in 3 al corso, io, una mia amica e un uomo. Quest’anno si sono aggiunte altre persone e pian piano si è creato un gruppo. Naturalmente l’affiatamento e la confidenza maggiori sono con la mia amica e con l’uomo conosciuto l’anno scorso. Lo chiamerò Udjat, dal ciondolo che porta al collo (strana cosa, ho fatto una tesi di laurea sugli udhat e gli altri amuleti egiziani una o due vite fa, e volevo tatuarmi gli udjat sulla schiena, anche se non ho mai realizzato questo piccolo desiderio).

Udjat, dicevo. All’inizio si parlava del più e del meno, piccole chiacchierate prima della lezione. Poi col passare dei mesi siamo entrati più in confidenza, pian piano ci si conosce. Un giorno mi sono accorta che con me scherza in un certo modo, si avvicina, mi bisbiglia delle battute, mi fa dei piccoli “dispetti” (in senso buono) a cui io rispondo sempre in maniera scherzosa. Inizio a notare che con la mia amica non lo fa. E inizio a notare che mi fa piacere che lui si approcci così con me.

Una sera, dopo un allenamento in cui lavoravamo in coppia, mi scrive entusiasta di come ho lavorato. Confesso, sono un po’ arrossita.

Inizio a farmi film mentali che Ally Mc Beal spostati (purtroppo non posso farne a meno), ma mi freno: impossibile che lui cerchi un contatto quando scherza per il desiderio di sentirlo (il contatto, anche inconsciamente), impossibile che celi un interesse di qualche tipo diverso dal cameratismo tra compagni di allenamento, perché ha una compagna e non ne fa mistero.

Comunque soffoco i pensieri (e il mio subconscio allora che fa? Me lo fa sognare e risparmio i dettagli del sogno) e cerco di non pensarci più e considerarlo solo cameratismo. Così sono passati diversi mesi.

Ogni tanto usciamo tutti insieme col gruppo di allenamento, lo abbiamo fatto anche giovedì sera. Siamo stati in pizzeria e lui si è seduto vicino a me. Per tutta la serata abbiamo riso e scherzato, ogni tanto mi metteva la mano attorno alle spalle, mi sussurrava qualche battuta su un tizio che era a cena con noi e che è alquanto fastidioso. Le nostre gambe sono state attaccate per tutta la cena, sì, lo spazio era stretto, ma confesso che io ne ho approfittato, forse (senza forse) ho indugiato apposta sul contatto. Non si è scostato. Gli ho rubato un pezzetto del condimento della pizza e me lo ha ceduto volentieri. Dopo cena siamo andati tutti in gelateria e anche lì era seduto vicino a me. Gambe di nuovo a stretto contatto e il posto ora c’era per stare un po’ più larghi… ad un certo punto indugia a grattarsi il ginocchio, ma lì attaccata c’è la mia gamba. Penso di aver smesso di respirare, anche se facevo finta di nulla. Non fraintendetemi, non ha fatto nulla di sconveniente o esplicito, ma la mia gamba sentiva le sue dita mentre si grattava abbastanza a lungo il ginocchio e per un attimo ho desiderato che le dita si rivolgessero a me.

Alla fine mi sono alzata e gli sono passata davanti perché volevo tornare a casa (ero un po’ a pezzi per il mio ennesimo raffreddore); lui si è alzato a sua volta e mi ha preso la vita con entrambe le mani, con molta naturalezza devo dire, come se quell’appiglio gli servisse per alzarsi, o non volesse travolgermi nel rimettersi in piedi.

Ma cavolo… ho desiderato che mi traesse a sé, scacciando subito dopo quel pensiero.

Ho salutato tutti e sono andata via.

Ieri ci siamo scritti, mi ha chiesto subito come stavo, abbiamo parlato della serata trascorsa ed è stato molto gentile, ha detto che dovevo dargli una gomitata e dirgli “andiamo, che sono stanca”.

Mi ha ricordato un po’ i segnali che mia madre manda a mio padre quando vuole andar via da qualche parte.

In conclusione non so che pesci pigliare. Non so se mi sto facendo inutili seghe mentali (e non sarebbe la prima volta) o se davvero c’è nell’aria questo feeling che percepisco.

Non posso certo provare a tastare il terreno in qualsiasi senso, perché comunque è impegnato ed io non voglio né fare brutte figure (nel peggiore dei casi), né intromettermi in alcun modo in relazioni altrui.

Ma la verità, che cerco di non dire a voce alta, è che mi piace.

Maledizione a me.

10 risposte a "Confessioni: Maledizione a me."

    1. Sono d’accordo con te. Ho dei principi e uno è non immischiarmi in una coppia. Se qualcuno vuile stsre con me deve essere libero e non tenere il piede in due staffe, lo trivo scorretto e cattivo. Ma molto probabilmente alla fine avrò interpretato male come mio solito i segnali e mi sarò fatta film mentali gratuiti 😅 in ogni caso fortunatamente non sono innamorata come una pera cotta, ma ho solo un interesse che può essere relegato in fondo, nell’angolo più buio dell’anima

      Piace a 1 persona

      1. Io non giudico nessuno, tutto dipende dal ruolo che si vuole avere… Può darsi che dell’interesse lo abbia anche lui… Se non sei innamorata e non hai voglia di casini è meglio che ti allontani ora prima che le cose si complichino… Perché poi fermarsi è più difficile

        "Mi piace"

  1. Il ruolo della rovina coppie non lo voglio. Cerco di non fare agli altri ciò che non vorrei subire io stessa. Una volta mi è capitato di innamorarmi di qualcuno quando stavo con un altro, per rispetto di tutti ho troncato la relazione e solo allora ho frequentato l’altra persona, perché il solo pensiero di tradire la persona con cui stavo, anche se non provavo più nulla, era come ricevere un pugno alla gola. Perciò ti dico che io continuerò la mia vita come sempre. Se mai un giorno dovesse esplicitare un qualcosa nei miei confronti, sempre che quel qualcosa ci sia, spiegherò il mio punto di vista.

    "Mi piace"

      1. Non ho confessato niente a dire il vero. Solo che ieri gli ho scritto un messaggio in tono scherzoso e lui oggi mi ha risposto in maniera inaspettata e stizzita, al che ho reagito mandandolo educatamente a quel paese. Stasera ha chiamato una mia amica dicendo che era dispiaciuto e che c’era stato un fraintendimento, che lui si è sempre comportato normalmente con me etc etc. Insomma, ciò che io, la mia amica e tu avbia.o visto come segnali di qualcosa, non erano nulla. Oppure, dice la mia amica, oggi si stava paraculando. In ogni caso non è che sia affranta a roba simile. Mi sono solo incazzata perché ciò che io avevo scritto con tono scherzoso per fargli un saluto è stato travisato e peraltro sono stata trattata a pesci in faccia senza motivo. Risultato: ci ho fatto una croce sopra in tutti i sensi, non amo avere a che fare in alcun modo con persone che si comportano così.

        "Mi piace"

      2. Mai scherzare per iscritto, perché chi legge non ha modo di capire dal tuo tono di voce che non stai facendo sul serio.
        Comunque mi pare evidente che tra di voi non ci fosse chissà quale sentimento, altrimenti il vostro rapporto non si sarebbe afflosciato al primo soffio di vento. Questo non significa che non possa esserci in futuro: fossi in te non ci metterei una croce sopra per così poco, il vostro attrito è ampiamente superabile.
        L’unica cosa che non mi è piaciuta è che lui abbia messo in mezzo una tua amica anziché chiarire direttamente con te: per me ciò che succede tra 2 persone deve rimanere tra quelle 2 persone. Grazie per la risposta! 🙂

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...