Pensieri sparsi: di libri e surf

Qualche giorno il mio pensiero è andato al Surfer. Non sapendo che combinasse di questi tempi, dato che ho rinunciato a facebook parecchio tempo fa, ho fatto una ricerchina su linkedin e l’ho trovato. Anche se sapevo che avrebbe visto la mia visualizzazione ho guardato il suo profilo. Un paio di giorni dopo ha ricambiato la mia “visita”.

Oggi mi ha scritto su whatsapp, cosa che non mi aspettavo e che mi ha fatto davvero piacere. Abbiamo avuto una bella conversazione, di libri e surf, oltre che di vita. Come me anche lui è tornato nella sua città, la sua Bologna. L’ho sentito allegro e sinceramente interessato a parlare con me e ad un certo punto ho avuto anche la piacevole sorpresa di sentire la sua voce (davvero bella e calda, grazie a dio esistono i messaggi audio).

Mi chiedo ancora cosa sarebbe successo, se ci fossimo incontrati per quel caffè che mai abbiamo bevuto insieme. Uomini così ormai ne esistono ben pochi, gli auguro di essere davvero felice.

Intanti metterò a frutto i suoi sempre preziosi consigli di lettura. Magari un giorno parleremo di questo e di surf nelle mie coste (gli ho passato delle informazioni sulle spiagge di qui che potrebbero fare al caso suo).