Pensieri sparsi: ritorno a casa

Sono sul treno, appena all’inizio del lungo viaggio che mi porta a casa, dove arriverò stanotte. Sono state due settimane davvero pesanti per vari motivi: da un lato lo stare fuori casa così tanto tempo è prostrante, anche economicamente; dall’altro l’affiancamento è stato per la maggior parte dei versi deludente. Tra le cose che si salvano tre sono molto importanti:

– con i colleghi abbiamo fatto team e ci siamo affiatati

– abbiamo conosciuto il nostro responsabile che ha le idee molto chiare su come vuole farci lavorare, idee che ci piacciono e che sono esattamente l’opposto delle cose viste in questi giorni (per nostra grande fortuna)

– ultima, e questa personale, nell’ultima sede di tirocinio ho conosciuto un collega che lavora nel mio stesso ramo, davvero molto piacevole sotto diversi punti di vista. Mi sa che mi son presa una cottarella a furia di guardare quei bellissimi occhi verdi e quel sorriso. Resterà una bella parentesi in questo lungo viaggio (anche se mi sarebbe piaciuto che la parentesi non si fosse già chiusa).

Stasera riabbraccio la mia Penny, alla pensione è stata benissimo, quando mio padre è andato a prenderla stamattina voleva solo giocare con gli altri cani!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...