Pensieri sparsi: tutto si sistemerà.

Questa settimana non è stata migliore della precedente. Come se non bastasse la situazione tesa con i miei genitori, tutto è ulteriormente peggiorato quando Penny ha iniziato a stare male: gastroenterite.

Ci sono stati dei momenti in cui ho pensato che non ce la facesse e mi ha preso lo sconforto. Vederla stare male mi ha fatto piangere. Fortunatamente con le cure adatte e tempestive si è ripresa.

Giovedì ho potuto tirare un sospiro di sollievo. La sua vitalità è strepitosa, mi ha ridonato il sorriso. E vedeste con che occhi mi guarda: puro amore.

È adorabile, affettuosissima, desiderosa di giocare e di ricevere le mie coccole. È con me da una settimana ed io non mi sento più così sola.

Con i miei ho avuto una discussione venerdì sera. Non avevo mai discusso così pesantemente con loro, sono stata male tutta la settimana e venerdì c’è stato l’apice di questo climax negativo.

Ho anche iniziato a cercare casa, ma qui è molto difficile trovarne. Affittano per lo più da settembre a giugno e poi molti proprietari non vogliono cani in casa. Sto continuando a cercare, anche se non so se potrò permettermelo economicamente. Lo so che i miei mi vogliono bene, ma io ho bisogno di avere la mia vita e i miei spazi.

L’unica nota positiva della settimana, a parte il riprendersi di Penny, è stata la mail con cui mi hanno comunicato di avermi ammesso ad un corso di formazione per il personale della struttura presso cui ho fatto il colloquio di lavoro. Non so ancora se questo corso significa che sono stata presa, o se prevede ancora degli step di selezione, ma comunque ho fatto un ulteriore passo avanti. Scoprirò qualcosa venerdì prossimo. Se tutto finisse per il meglio finalmente avrei una sicurezza economica che ancora mi manca, e se così fosse invece di cercare una casa in affitto stringerei i denti qualche mese per risparmiare il tanto sufficiente da consentirmi di avere un anticipo per comprare una casa. Ma è tutto un se… per ora devo stare con i piedi per terra.

Ho parlato col mio socio del corso e dei colloqui che ho fatto. Mi ha detto che se mi prendono devo assolutamente accettare; è felice per questa opportunità che mi si prospetta, anche se da un lato gli dispiace.

Devo solo andare avanti un passo dopo l’altro. Presto saprò e tutto si sistemerà, in un modo o nell’altro.