Confessioni: fame nervosa.

Mangio gelati come se non ci fosse un domani, inutile surrogato consolatorio. Ingurgitarli non mi servirà, non mi darà affetto, eppure non ci riesco ad evitarlo. Il fugace senso di appagamento che mi propinano per qualche secondo lo ricerco come se fosse il mio unico appiglio. E quando passi la giornata sola come un cane anche quel breve momento di finta gioia è meglio di niente, mentre senti lo sconforto salire, ignorata e rannicchiata in un angolo.

Menomale domani lavoro, menomale sarò utile per qualcuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...