Pensieri sparsi: Under Pression

Ieri ho conosciuto un lato di me che non sapevo di avere.
Dopo ennesimo schiaffo dato alla mia professionalità ed ennesima giornata di lavoro fatta di metà dell’orario infarcito di buchi alternati ad appuntamenti con i clienti, ho perso il controllo. Al punto che ho urlato in faccia alla titolare dello studio con cui collaboro che mi ero rotta i coglioni (scusate il francesismo, ma mi è uscito così) e ho dato un pugno alla sua scrivania, pugno per cui ho tutta la mano dolorante e tanto di livido.
Non ce la facevo più di sentirmi dire le solite stronzate che vanno avanti da mesi, ripetute come un disco rotto, in sottofondo al quale senti che tanto chi se ne frega se non hai da mangiare, se non arrivi a fine mese, se sei piena di debiti etc etc etc.
La titolare mi ha detto:”Quella è la porta, accomodati”. Io ho risposto:”Grazie e arrivederci”.
E sono andata a prendere le mie cose, con tutta la calma di questo mondo. Tanto ormai la decisione l’avevo presa. Salvo poi essere richiamata a discutere, discussione durante la quale ho mostrato, numeri alla mano, che le mie parole non erano semplici lamentele, ma erano fatti concreti. Ed alla fine non hanno che potuto dirmi quello che da mesi tacevano: ho ragione.
Magra consolazione…
Li ho informati che cerco lavoro a casa mia e non appena lo troverò prenderò il volo. Letteralmente.
Alla fine se nonostante gli sforzi, la professionalità, la disponibilità a lavorare anche dieci o undici ore al giorno quello che ti viene in tasca non ti fa vivere dignitosamente, non resta che pensare in primis alle tue priorità, perché gli altri di sicuro pensano alle loro e non alle tue.
In ogni caso, che io trovi lavoro o meno, agosto sarà il mio termine ultimo in questa città. Poi casa.
Lo dico quasi con sollievo, anche se molto probabilmente non avrò uno straccio di impiego. Però la pressione che sento addosso sarà diminuita.

Un pensiero su “Pensieri sparsi: Under Pression

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...