Pensieri sparsi: l’insicurezza avanza.

Non so perché sto prendendo l’abitudine di scrivere i miei pensieri qui. Forse perché non posso dire a nessuno che conosco quello che mi attraversa la mente in queste ore, o forse perché non voglio dirlo a nessuno che conosco.
Stanotte ho dormito poco e male, come la notte precedente. E sì che invece sino a due giorni fa non mi svegliavano neanche le cannonate…
Ho questi pensieri che di ora in ora si fanno più presenti, ma soprattutto ho paura. Paura di fidarmi di nuovo, di aprirmi di nuovo, di lasciare entrare qualcuno nel mio mondo, sino ad ora perfettamente ordinato e fatto a mia misura, ristrutturato ad hoc dopo che un uragano, il peggiore della mia vita, lo aveva fatto a pezzi.
Ho tutti questi timori, ma allo stesso tempo sento che qualcuno sta facendo breccia. Ma non capisco se questo sia un bene, se questa apertura sia per me positiva, soprattutto non capisco se chi sta attuando lo scavo lo stia facendo perché io potrei interessargli sul serio, o se invece è soltanto il capriccio di un agosto tedioso, che va movimentato un po’ bussando alla porta di qualcuno di nuovo.
Tanto, che male si potrebbe mai fare ad una persona che non si conosce? Più di quanto si possa immaginare, specie se quella persona ha eretto un muro di sicurezza per tenere mascherata la propria paura e per non mostrare la propria fragilità.
E’ facile farsi forti dietro uno schermo di un telefonino o di un pc, lo è di meno esserlo davanti alla persona che si cela dietro quello schermo e che aspetta, speranzosa di non essere incappata nell’ennesima di tante delusioni.
Fa’ che non sia così, fa’ che per una volta questa dannata ruota non si fermi sullo zero. Perché di zeri ne ho pieno il carnet e lo spazio si è quasi esaurito.
Va bene, non mi resta che attendere e vedere. Sperando che quest’ansia che mi monta dentro si plachi e mi lasci respirare un po’.
Meno male lunedì torno al lavoro.

7 risposte a "Pensieri sparsi: l’insicurezza avanza."

  1. Rieccomi! Anch’io sono stato pesantemente ferito in amore, e proprio per questo ti dico che vale sempre la pena di riprovarci. Perché non è giusto chiudere la porta in faccia ad una persona potenzialmente meravigliosa, solo perché in precedenza qualcuno di molto peggiore ci ha fatto soffrire. Buttati, e tienici aggiornati! 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Il problema non è tanto il provare ad aprire la porta, quanto, una volta aperta, il vedere che l’altra persona fa un passo indietro, o peggio, svanisce come neve al sole. È vero che no pain no gain… ma per una volta il gain lo vorrei anche io. Comunque ti ringrazio, mi piace leggere i tuoi commenti, sono sempre costruttivi 🙂

      "Mi piace"

      1. Ah, sulle improvvise sparizioni di persone che ti facevano gli occhi dolci fino a un minuto prima potrei scriverci un libro anch’io… comunque anche a me fa sempre piacere confrontarmi con te. Colgo l’occasione per consigliarti questo film: https://wwayne.wordpress.com/2016/07/02/chiudiamo-in-bellezza/. E’ pienamente in linea con il discorso che facevamo, e fa anche spanciare dalle risate! 🙂 Grazie a te per la risposta! 🙂

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...